Il pericolo invisibile per la salute


Programma sul tema dell'elettrosmog con lo scienziato sanitario internazionale Prof. Dr. Karl Nesser
(trasmissione dal 12.01.2020)

Le radiazioni elettromagnetiche sono dannose per tutti i sistemi biologici del nostro corpo. Siamo circondati da, e direi che viviamo in una foresta di radiazioni. Si comincia con la radiosveglia, l'asciugacapelli, il forno a microonde, un sacco di cavalli in macchina e naturalmente il telefono cellulare. Sono radiazioni che possono danneggiare i nostri tessuti. Ci sono alcuni studi molto interessanti. Una da Vienna con i cellulari, da cui si è visto che queste radiazioni possono penetrare relativamente in profondità nel cervello e deformarvi le cellule nervose. Alcune di queste cellule nervose impiegano poi ore per riacquistare la loro forma originale. In questo studio c'erano anche delle aste rotte, il che può essere provato, e questo è qualcosa che ci fa pensare.

 

La rottura dell'asta si riferisce al DNA. Si tratta di una catena, un filamento di DNA o un'asta, dove queste rotture possono verificarsi. Quindi il DNA non è più un singolo filamento, ma ci sono delle rotture in questo filamento di DNA.

5G significa che c'è una densità di radiazioni ancora maggiore. Ciò significa anche frequenze più alte, alcune delle quali sono necessarie per collegare le macchine nell'industria. In modo da poter guardare la televisione mentre si viaggia in treno, ad esempio. La domanda è, ovviamente, se ne ha davvero bisogno? Si tratta semplicemente di una compressione, per cui questa radiazione penetra meno densamente nel tessuto, come il 2G o il 3G o il 4G. Ciò che non si dice, tuttavia, è che questa radiazione può aumentare la temperatura nel tessuto in modo abbastanza deciso, a volte fino a oltre 1 grado. Questo naturalmente porta all'infiammazione dei tessuti e, a lungo termine, certamente allo sviluppo di malattie probabilmente cancerogene.

L'aumento della temperatura è probabilmente più dannoso di uno più basso. Ma è soprattutto una questione di dosaggio. Paracelso dice: "La dose fa il veleno". E' solo che è importante reagire correttamente. Non c'è molto che si possa fare. Ma in ogni caso, per quanto mi riguarda, non voglio un'antenna 5G sul tetto di casa mia, e non voglio un'antenna 5G vicino a me. Dire che questo è innocuo per gli esseri umani e gli animali è un'affermazione molto audace. Abbiamo due studi molto recenti, uno dall'America e uno dall'Italia, dove i roditori sono stati esposti a questi raggi mobili per diverse ore al giorno. È stato chiaramente dimostrato che ciò ha contribuito allo sviluppo del cancro.

Proprio così. Alcune persone sono più elettrosensibili di altre. Questo è perfettamente normale, come le persone che prendono il raffreddore più spesso e altre meno. Cosa fare, consiglio sempre una cosiddetta dieta digitale. Spegnete il telefono il più spesso possibile, soprattutto la sera e nei fine settimana, e non premete mai fino all'orecchio, ma mantenete sempre una certa distanza. Questo riduce già l'intensità delle radiazioni. Anche le camere chiuse non sono l'ideale, e certamente non nell'ascensore.