Evitare le tossine ambientali


Scienziato della salute internazionale Prof. Dr. Karl J. Neeser
Il nuovo ospite di Selda Tatli porta i fatti. (trasmissione dal 29.12.2019)

Proprio così. Siamo circondati da un numero enorme di tossine ambientali con le quali veniamo potenzialmente a contatto ogni giorno. Danneggiano tutti i sistemi biologici del nostro corpo. Danneggiano già i nostri organi, e sono certamente in parte responsabili di malattie croniche come il cancro, le allergie, il diabete o anche le malattie neurodegenerative. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato ottocento sostanze di questo tipo come potenzialmente cancerogene o interferenti endocrini nel 2018. Sono sostanze che danneggiano il nostro sistema ormonale. È un po' difficile tenerne traccia qui, perché sono ovunque. Sono nella nostra dieta quotidiana, nei prodotti che usiamo, nei prodotti per la cura, nei prodotti per la pulizia. Anche i fumi di scarico, ad esempio, contengono molte sostanze tossiche. Poi troviamo polveri sottili all'interno e all'esterno, che sono costituite da minuscole particelle più piccole di un millesimo di millimetro che possono penetrare nelle nostre cellule e causare infiammazioni. Sono interessati anche i prodotti tessili, cosmetici e medicinali.

I farmaci sono sicuramente un peso velenoso. Se deve prendere un medicinale, e se guarda il foglietto illustrativo, di solito non vuole prendere questi medicinali. Mettono in evidenza tutti i possibili effetti collaterali. Abbiamo medicine fantastiche, va detto, siamo felici di averle a disposizione, ma non bisogna mai prendere medicine per molto tempo. E ciò che è importante con i farmaci, qualcosa che aiuta anche a disintossicare il corpo, bere sempre molta acqua.

Io posso. Ciò che è attualmente sotto i riflettori è la plastica, il cosiddetto bisfenolo A, che è presente nelle bottiglie per animali domestici e in molte altre cose. Ma praticamente ogni settimana una sostanza diversa viene messa sotto i riflettori. Anche qualcosa che è molto pericoloso, come è stato scoperto, è il cosiddetto biossido di titanio. Si tratta di un agente sbiancante che si trova nei prodotti cosmetici o nei dolciumi, ad esempio nelle gomme da masticare, e anche nel dentifricio. Sono sostanze pericolose.

Giusto. Essi vengono assorbiti attraverso le mucose o il sangue e possono penetrare direttamente nelle cellule e causare infiammazione. È noto che tutti i tumori iniziano con l'infiammazione. Tuttavia, il pericolo è sempre un po' minimizzato. Parlano dei cosiddetti valori soglia...

Quindi questi valori limite sono per lo più definiti dai produttori. Non lo sapete, perché non ci sono molte indagini.